“Equilibrismi – il fumetto tra reale e fantastico”

“Equilibrismi – il fumetto tra reale e fantastico”
Incontro con l’autore Nicola Gobbi
VENERDI’ 1 GIUGNO
h18.00 – Occupazione ViadelLeone

“Penso che tutte le storie, anche le più fantastiche e assurde, nascano dalla realtà che ci circonda, dal mondo che viviamo quotidianamente. Non a caso quando mi capita di giocare con i bambini all’interno dei laboratori di fumetto che spesso tengo, il primo esercizio è sempre di osservazione del reale.
Viviamo in un mondo pieno di immagini che spesso ci limitiamo a vedere senza osservare. Invece è proprio l’osservazione del reale e lo sforzo cretivo di cambiare il nostro punto di vista, che crea i presupposti per raccontare una buona storia e diventa un elemento fondamentale per il fumetto che racconta con parole e immagini, ma soprattutto con una sequenza di vignette e inquadrature.”

Domenica 3 giugno 2018 ore 17:00 – Cannibali e Re presenta: Cronache Ribelli

3 giugno 2018 – ore 17:00 – Occupazione viale Corsica, 81, Firenze
Cannibali e Re

Cronache Ribelli – L’Almanacco di Cannibali e Re

Cronache Ribelli è il progetto editoriale di Cannibali e Re.
I singoli e le moltitudini raccontate tra le pagine di questo Almanacco non sono gli attori della Grande Storia. Non sono re e capi di stato, non sono generali e neppure cardinali. Viceversa sono uomini comuni e straordinari. Comuni perché nella perenne trincea della Storia si sono ritrovati a guardare il campo di battaglia tra i reticolati del filo spinato e non su una mappa nelle retrovie. Straordinari perché disertori di quelle numerose guerre che la società cercava di imporgli e protagonisti dell’unico conflitto che vale la pena combattere: quello per l’emancipazione collettiva.
Il testo, impreziosito da dodici illustrazioni di Aurora Stano (seguitela su Art of Aurora Stano), e impaginato artisticamente da Marcella Foschi, graphic design, è articolato su una struttura nella quale ad ogni giorno o gruppo di giorni si accompagna un microstoria (dalla lunghezza variabile). L’Almanacco, di circa duecentocinquanta pagine, conterrà altrettante storie e una bibliografia finale affinché, volendo, ognuno possa cercare ulteriori informazioni sulle vicende che lo hanno appassionato.


Giovedì 31 maggio 2018 – Performance “Primitivo”

Performancedi Francesca Pirami e Daniela Pitrè

31 maggio 2018 – tra le 15:00 e le 17:00 – La Polveriera Spazio Comune

L’azione vuole far riaffiorare nello spazio pubblico un linguaggio verbale e corporeo inconscio che si manifesta solitamente col gioco e nello spazio intimo di ciascuno di noi.


Performance “Primitivo”

  • di Francesca Pirami e Daniela Pitrè
  • 31 maggio 2018
  • All’improvviso tra le 15:00 e le 17:00 in orario non predeterminato
  • Durata ca. 40 minuti
  • La Polveriera Spazio Comune
  • via S.Reparata 12r, Firenze

Giovedì 31 maggio 2018 – Spettacolo teatrale “ CRIUCC’ – I treni della felicità”

di e con Laura Pece e Stefano Greco – Musiche e canzoni di Stefano Greco, partecipazione musicale di Julius Cordi

31 maggio 2018 – ore 18:30 – La Polveriera Spazio Comune

Teatri della ViscosaCriucc’ è lo spettacolo teatrale che racconta con ironia e poesia la vicenda dei treni della felicità, una pagina dell’Italia nel secondo dopoguerra. Protagoniste le donne della nascente UDI e centomila fanciulli che trovarono una possibilità di vita grazie alla solidarietà che si innescò in tutta Italia. Così fu, che dal 1946 al 1952 vennero ospitati e salvati, dalla fame e dai lunghi inverni, più di 100.000 fanciulli tra i 3 e i 12 anni, permettendo loro di avere una speranza, una possibilità. Un’esperienza umana, un incontro, un viaggio in cui trovarsi, riconoscersi e in cui riflettere sulla nostra realtà fatte di porte chiuse.
Immagini che prendono vita dalle cornici dorate dentro le quali spesso si rinchiudono le storie dimenticate. Passato e presente interagiscono in un continuo dialogo con Peppino, archetipo delle diverse esperienze vissute dai bambini, “figlio della rivolta contadina” di San Severo, salito sull’ultimo treno della felicità. Sarà lui il filo rosso di questa meravigliosa esperienza collettiva che vide il superamento di pregiudizi e discriminazioni in una Italia solidale e resiliente.
Criucc’ significa creatura; Criucc’ in dialetto di San Severo significa Bambino; Criucc’ è il loro racconto, la loro storia. La nostra.
Il testo è inedito e le musiche composte appositamente per lo spettacolo.
Tutto svanisce nel tempo. Resta solo l’esperienza umana. Resta solo un’ immagine. Quello che siamo. Il nostro lascito.

Teatro della viscosa

Video promo spettacolo

Sito web della compagnia


Spettacolo teatrale “ CRIUCC’ – I treni della felicità”

31 maggio 2018 – Spettacolo teatrale “La marea”

Pachamama Teatro

31 maggio 2018 – ore 21:00 – La Polveriera Spazio Comune

Pachamama

La marea ha alzato la sua voce su Narcis. Qualcuno ha cercato di farle eco, ma il popolo si è finto sordo e non ha ascoltato le grida scomode della verità. Quando l’ira del mare si è riversata sul paese, nessuno ha più avuto notizie del destino dei suoi abitanti…


Opera Liberamente tratta dei testi di Sonia Daniel, autrice di Teatro Politico Latinoamericano.
Partecipanti: Marina Agozzino, Francesca Becattini, Clara Galletti, Marco Orbi, Patrizia Piomboni, Giulia Santi, Arona Sow.
Asistenza Tecnica: Peter Effertz, Arona Sow.
Regia: Fernanda Gonzàlez.


Spettacolo teatrale “La marea”

Domenica 3 giugno 2018 – Spettacolo teatrale “Antigone”

Antigone

a cura di Underwear Theatre in collaborazione con Polveriera

3 giugno 2018 – ore 21:00 –  Occupazione Viale Corsica 81
Il teatro, inteso come evento, forse è l’unico luogo rimasto, baluardo, dove ricostruire una morale è ancora possibile, consentendo ad emozioni sepolte, uccise dall’egoismo di riaffiorare. Lo facciamo sicuramente per passione, perché lì ci sentiamo veri, puliti, ed immuni dalle conseguenze. Uno stato che non si raggiunge però così, con una semplice intenzione, ma con una granitica determinazione di andare in fondo, di sottoporsi ad un “linciaggio” emotivo e fisico con cui liberarsi dei fardelli e scoprirsi per quello che siamo. Ed Antigone, uno dei personaggi più interessanti del mito, ne è l’esempio principe, l’archetipo. Il resistere al potere ingiusto del tiranno a costo della vita, pur di non rinnegare i propri valori. E la storia di una resistenza è la storia di qualsiasi percorso in fondo.
Da un gruppo di venti principianti, 7 attori, dopo un laboratorio di 5 mesi condotto da Filippo Frittelli presso La Polveriera, portano in scena un adattamento di una delle più emblematiche tragedie di Sofocle. Lo spettacolo darà conto del lavoro svolto dal gruppo, di un corpo che parla, del gesto, di come a volte la parola può essere troppo forte se pronunciata o di come un suono a volte possa essere più significante della parola stessa.
Abbiamo riflettuto a lungo. In quel gesto di Antigone di disobbedienza non possiamo altro che vedere che l’inizio di un’epoca nuova per noi. E divenire attori, abbiamo capito, non è che l’inizio della propria ribellione.
Il laboratorio svolto gratuitamente è stato organizzato, per il secondo anno consecutivo, da Underwear Theatre compagnia fiorentina di teatro contemporaneo e La Polveriera, spazio comune, autogestito e no profit. Quest’anno il lavoro è stato incentrato sull’uso del corpo e dell’immaginazione nello sviluppo della propria presenza scenica. Filippo Frittelli, regista ed attore, con molti anni di esperienza, sarà presente con la sua nuova produzione Orfeo ed Euridice al prossimo festival di Avignone 2018.


ANTIGONE
adattamento e regia Filippo Frittelli
con
Cosma Barbafiera
Tatiana Carcereri
Michele Jommi
Andreas Melissaropoulos
Ettore Petrioli
Ludovica Rio
Giorgia Stornanti


info


Spettacolo teatrale “Antigone”

Programma 2018

Per tutta la durata del festival saranno presenti banchini di autoproduzioni.

GIOVEDI’ 31 MAGGIO
La Polveriera Spazio Comune

Dalle h15:00 per tutto il pomeriggio:
Live Painting
Machine Funk Dj Set

Tra le h15:00 e le h17:00 all’improvviso:
Performance: “Primitivo” di Francesca Pirami e Daniela Pitrè
h17:30 Presentazione fanzine RibellArti
h18:30 Spettacolo: “Criucc'” a cura di Teatri della Viscosa
h20:00 Aperitivo
h21:00 Spettacolo: “La Marea” a cura di Compagnia Pachamama Teatro
h22:00 Concerto: Upanishad

VENERDI’ 1 GIUGNO
Occupazione Via del Leone
In caso di bel tempo le attività si svolgeranno in Piazza Tasso

Dalle h15:00 per tutto il pomeriggio
Free Live Painting su supporti
Kalé Dj Set
Torneo di Calcetto autogestito

h18:00 Presentazione “Equilibrismi – Il fumetto tra reale e fantastico” con l’autore
h19:00 Aperitivo

A SEGUIRE, PRESSO IL C.S.A. nEXt Emerson

SALA PICCOLA
h22:00 Dj Set di apertura
h23:30 Arottenbit
h00:30 43factory

SALA GRANDE
h22:30 Jam HipHop & Cypher
h00:00 ABAN  e DJ Cannas

h01:00 Nik Gonnella
h02:00 Jacopo Bacci

CHIUSURA h03:00

SABATO 2 GIUGNO
Occupazione Viale Corsica 81

Dalle h15:00 per tutto il pomeriggio TATTOO CIRCUS!

h15:30 Workshop CIANOTIPIA
h17:00 Presenta la tua autoproduzione!
h20:00 Cena
h21:30 Concerto: Plankton HCALFATECBomber 80

DOMENICA 3 GIUGNO
Occupazione Viale Corsica 81

Dalle h15:00 per tutto il pomeriggio TATTOO CIRCUS!

h15:00 Workshop STAMPA FANZINE CON METODI ALTERNATIVI
h17:00 Presentazione “Cronache Ribelli” di Cannibali e Re
h20:00 Cena
h21:00 Spettacolo: “Antigone” a cura di Underwear Theatre in collaborazione con Polveriera

Inchiostri Ribelli 2018

STAY TUNED!

Inchiostri Ribelli 2018

Giovedì 31 Maggio
La Polveriera Spazio Comune

Venerdì 1 Giugno (giornata)
Occupazione Via del Leone

Venerdì 1 Giugno (serata)
CSA nEXt Emerson

Sabato 2 Giugno
Occupazione Viale Corsica 81

Domenica 3 Giugno
Occupazione Viale Corsica 81

Presentazione “I Signori della Cenere”

Domenica 4 Giugno
Ore 17:30 – Occupazione Viale Corsica

I Signori della Cenere
del collettivo di scrittura Tersite Rossi

I signori della cenereLa difficoltà anche solo di immaginare società autogestite, prive di gerarchia e del dominio dell’uomo sull’uomo (e dell’uomo sulla donna in particolare), è forse il più grande freno a mobilitarsi affinché questi cambiamenti prendano realmente vita. Si finisce anzi spesso col ritenere che i tratti più deprecabili delle nostre comunità siano diretta conseguenza della nostra “natura umana” e per tanto non modificabili. Ma è davvero così? Attraverso il loro romanzo il collettivo di scrittori Tersite Rossi ci porterà alla scoperta delle società gilaniche, società vissute per millenni fino al loro definitivo assoggettamento nel 1.500 A.C. circa, e che gli studi antropologici ci dicono pacifiche, dedite all’arte, paritarie tra i sessi e sostanzialmente egualitarie. Nel loro romanzo gli autori evidenziano quale pilastro portante di tali società il culto della Dea Madre, un culto della natura e della vita che non contemplava la violenza e il possesso e che anzi faceva della poligamia un carattere fondamentale degli aggregati umani. Se tutto ciò fosse vero, perché non se ne trova traccia nei libri di scuola? Perché la civiltà viene fatta iniziare con la storia delle prime organizzazioni statali (egizi, babilonesi, ecc.) e delle prime leggi (codice di Hammurabi 1.800 A.c.)? Nella fantasia degli autori, per volontà dei “Signori della cenere” e dei loro alleati. Globocrati e padroni delle maggiori multinazionali il cui unico scopo è mantenerci pacifici sudditi asserviti ai loro interessi, facili prede dei “lupi di Wall street” o pedine per cui il suicidio può essere la diretta conseguenza di un licenziamento. Alcuni dei protagonisti, questi, del romanzo che andremo a presentare domenica 4 Giugno in Viale Corsica 81. Vi aspettiamo.